Le categorie catastali

Le categorie catastali sono l’indice ufficiale utilizzato, in Italia, sia per classificare tutti i beni immobili, sia per determinare per ciascuno la rendita catastale (della quale abbiamo scritto nel post precedente).

Sono state introdotte nel lontano 1939, con il regio decreto-legge n. 652, che ha istituito il cosiddetto catasto dei fabbricati, alla base del Nuovo Catasto Urbano.

Ogni categoria catastale è indicata con una lettera dell’alfabeto dalla A alla F,  che designa il gruppo di appartenenza di ogni immobile, seguita da un numero che indica per lo più il tipo di costruzione.

Di seguito, elenchiamo quelle più comunemente utilizzate e che potrebbero rientrare nel campo d’azione di un’agenzia come MQ Immobiliare.

Gruppo A: Immobili a destinazione ordinaria

  • A/1 Abitazioni di tipo signorile

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati ubicati in zone di pregio con caratteristiche costruttive, tecnologiche e rifiniture di livello superiore a quello dei fabbricati di tipo residenziale (tipo A/2);

  • A/2 Abitazioni di tipo civile

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive, tecnologiche e rifiniture di livello rispondente alle locali richieste di mercato per fabbricati di tipo residenziale;

  • A/3 Abitazioni di tipo economico

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche di economia sia per i materiali impiegati sia per la rifinitura, e con impianti tecnologici limitati ai soli indispensabili;

  • A/4 Abitazioni di tipo popolare

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive e di rifiniture di modesto livello e con impianti tecnologici limitati ai soli indispensabili;

  • A/5 Abitazioni di tipo ultrapopolare

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive e di rifiniture di bassissimo livello. Di norma non dotate di servizi igienico-sanitari esclusivi;

  • A/6 Abitazioni di tipo rurale
  • A/7 Abitazioni in villini

Per villino deve intendersi un fabbricato, anche se suddiviso in unità immobiliari, avente caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture proprie di un fabbricato di tipo civile o economico ed essere dotato, per tutte o parte delle unità immobiliari, di aree esterne ad uso esclusivo;

  • A/8 Abitazioni in ville

Sono ville quegli immobili caratterizzati dalla presenza di parco e/o giardino, edificate in zone urbanistiche destinate a tali costruzioni o in zone di pregio con caratteristiche costruttive e rifiniture di livello superiore all’ordinario;

  • A/9 Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici
  • A/10 Uffici e studi privati

Rientrano in questa categoria quelle unità immobiliari che per tipologia, dotazione di impianti e finiture sono destinate all’attività professionale.

  • A/11 Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Baite, baracche in zone terremotate, chalet, dammusi, nuraghi, rifugi di montagna, sassi, trulli, ecc.

Riforma-catasto-quanto-varra-la-mia-casa-e-quanto-paghero-di-tasse

Gruppo B: Immobili destinati a servizi

Gruppo C: Immobili Commerciali

  • C/1 Negozi e botteghe
  • C/2 Magazzini e locali di deposito
  • C/3 Laboratori per arti e mestieri
  • C/4 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (senza fine di lucro)
  • C/5 Stabilimenti balneari e di acque curative (senza fine di lucro)
  • C/6 Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse (senza fine di lucro)
  • C/7 Tettoie chiuse od aperte

Gruppo D: Immobili a destinazione speciale

  • D/1 Opifici
  • D/2 Alberghi e pensioni
  • D/3 Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili
  • D/4 Case di cura ed ospedali
  • D/5 Istituto di credito, cambio e assicurazione
  • D/6 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro)
  • D/7 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni.
  • D/8 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni.
  • D/9 Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio.
  • D/10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole (fabbricati rurali).
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...