Agibilità, abitabilità o SCA?

Buon pomeriggio, cari follower di MQ Immobiliare!

Avete mai sentito parlare di SCA?..vi aiuto un po’! Avete mai sentito parlare di Segnalazione Certificata di Agibilità?

1

Prima del novembre 2016 era denominato certificato di abitabilità o certificato di agibilità ed è, con le dovute precisazioni che faremo nel post odierno, un documento riguardante un bene immobile da destinare ad uso di abitazione, rilasciato dal comune nel quale è ubicato l’immobile stesso, ed ha tre principali scopi:

  • dichiarare sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati.

In pratica, attesta che il bene immobile può essere usato come abitazione. Il documento certifica la statica e la sua salubrità dell’edificio dove si trova l’immobile e accerta che siano soddisfatti alcuni criteri riguardanti la distribuzione dei vani e le volumetrie, la consistenza, il dislocamento e la funzionalità degli impianti idrico e fognario.

In tempi recenti, alle verifiche da effettuarsi si sono aggiunte quelle relative alle nuove normative di sicurezza, antinfortunistica, accessibilità e risparmio idrico ed energetico.

  • In caso di lavori di ristrutturazione, è utilissima per accedere ed usufruire di eventuali detrazioni fiscali;
  • è uno dei documenti richiesti e necessari in caso di acquisto di un bene immobile, specialmente se è di nuova costruzione.

Qual è la differenza tra certificato di abitabilità (o agibilità) e SCA?

Sostanzialmente è chi lo rilascia. Un tempo era il Comune che lo rilasciava perché era il Comune che si accertava se un certo bene era abitabile oppure no. Lo SCA, invece, è una sorta di autocertificazione che presenta il cittadino al Comune, accompagnandola con una asseverazione di un tecnico che deve dichiarare che tutte le condizioni che sanciscono l’agibilità di un immobile sono verificate.

Quando si presenta?

Entro 15 giorni dall’ultimazione dei lavori di costruzione o ristrutturazione.

E se si presenta in ritardo o non si presenta?

Bisogna pagare una sanzione pecuniaria di circa 77 euro.

Anche se vi sembra poco e pensate che i Comuni possano non verificare se risulta che l’avete presentata, vi consigliamo di provvedere per tempo, soprattutto se pensate, un giorno, di vendere la vostra casa perché sarebbe più dispendioso a livello economico richiederla dopo tanti anni.

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...