IMQ Strade e Case: Torre Pozzillo

Buon inizio di settembre dalla Panormitania Immobiliare di via Francesco Lo Jacono 10, a Palermo. Siamo rientrati proprio da pochissimi giorni dal nostro riposo agostano, ci siamo oltremisura rigenerati e speriamo che anche Voi, cari nostri Follower, vi siate rilassati e divertiti.

Rientriamo dalle vacanze con tante novità che vi snoccioleremo nel corso dei prossimi post ma, soprattutto, sulla nostra Pagina Facebook: vi anticipiamo soltanto che abbiamo lavorato per rifarci il look e per rendere più funzionali e più facilmente visibili e accessibili le nostre sedi.

Oggi, per la rubrica “IMQ Strade e Case”, abbiamo deciso di portarvi in gita fuori città ma non lontanissimo, ci sposteremo di circa 25 km in direzione di Trapani. La nostra metà si trova a pochi metri dall’uscita autostradale per l’aeroporto Falcone e Borsellino, nel territorio comunale di Cinisi. Ci dirigeremo in contrada Pozzillo, proprio a pochi passi di Torre Pozzillo, una delle tanti torri che ancora oggi abbelliscono il panorama costiero della Sicilia.

spiaggia-torre-pozzillo-2

Sin dall’età medievale, le torri costiere della Sicilia costituivano il sistema difensivo, di avvistamento e di comunicazione lungo la fascia costiera del Regno di Sicilia. Furono costruite per arginare le frequenti incursioni dei corsari barbareschi.

Da ogni torre era possibile scrutare il mare e vedere la torre costiera più vicina, con la possibilità di inviare segnali luminosi o di fumo per trasmettere un messaggio o richiedere soccorso. Nel periodo di massima funzionalità permettevano di fare il periplo dell’isola nello spazio di un solo giorno.

La Torre Pozzillo è una torre di difesa costiera che si trova a pochi passi dallo svincolo dell’autostrada per l’Aeroporto Falcone e Borsellino in provincia di Palermo e più precisamente nel territorio del comune di Cinisi.

Risale ai  primi anni del 1600. Dal 1714 al 1717 risulta che l’armamento consisteva in: 1 cannone di bronzo con affusto su ruote; 2 spingarde; 6 archibugi; 1 colubrina di bronzo (detta “masculo o mascolo”); 5 alabarde; 28 palle di cannone.

La torre è citata nel 1823 nella cartografia ufficiale dell’esercito borbonico, ma con il nome di “torre nuova”, nel 1867 è ricompresa nell’elenco delle opere militari da dismettersi.

Attualmente è di proprietà del demanio, non ha alcun uso e si presenta in discrete condizioni dopo i restauri effettuati a cominciare dal 1970.

DSCN8405_FILEminimizer

Vi piacerebbe vivere a pochi passi dalle spiagge di Torre Pozzillo? Se cercate una villetta con giardino e con uno o più terrazzi, come quella riprodotta in foto, contattateci pure ai numeri 0916259709 o 3393669719 e fisseremo un appuntamento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...