Come migliorare la notorietà della propria agenzia in 4 semplici passi

Nel precedente articolo (Sopravvivere nel settore immobiliare), ho trattato dei sistemi che rendono possibile sopravvivere nel settore immobiliare; uno di essi riguardava la conoscenza ed il modo in cui l’utente vede e percepisce la propria agenzia. Con il presente articolo è mia intenzione approfondire meglio questo aspetto, in quanto – sembra ovvio, ma è bene ribadirlo – la propria brand awareness è fondamentale. Nel marketing, con questo termine si è soliti definire la capacità della domanda di identificare un particolare brand.

Ad ognuno di noi sarà più volte successo di preferire di acquistare un prodotto di un certo brand piuttosto che un altro basandoci sulla pubblicità e sulle azioni di marketing intraprese da tale brand. Questo evento è avvenuto perché, se realizzate nel modo appropriato, determinate strategie di marketing sono lo strumento migliore per fare accrescere la notorietà di un qualsiasi marchio. Queste strategie valgono per tutti i settori di attività, e quello immobiliare non costituisce un’eccezione; anche i servizi immobiliari, infatti, vengono associati dagli utenti a dei marchi aziendali, di cui essi si fanno un’idea che ricorderanno negli anni a venire.

Esistono quindi diverse strategie che consentono di migliorare la propria brand awareness, ed ora esporrò quelle che ritengo essere più interessanti ed efficaci. La prima di esse consiste nel vincere la propria ritrosia ad apparire in pubblico e trasmettere sul web il proprio sapere e le proprie opinioni. Ci sono oggi molti strumenti che si possono usare per fare ciò: dirette Facebook , dirette YouTube, si può usare una piattaforma come Zoom o come WebinarJam. Le ultime due sono a pagamento, ma costano davvero poco e sono molto performanti.

Fare delle dirette costanti aiuta molto a fare conoscere la propria agenzia immobiliare, oltre a garantire un’ottima reputazione. Ovviamente bisogna essere preparati prima di fare ogni diretta, cercando di parlare solamente di argomenti che si conoscono alla perfezione perché, se è vero che delle buone dirette influenzano positivamente l’autorevolezza, è anche vero che se si dicono sciocchezze od inesattezze, si fa presto ad essere considerati alla stregua di dilettanti allo sbaraglio. Quindi preparazione, ed attenzione a ciò che si dice.

Un’altra strategia, per certi versi simile a quella descritta poc’anzi, è quella di organizzare degli eventi dal vivo o dei meeting (pandemie e Dpcm vari permettendo ovviamente) che consentano di creare o rafforzare il rapporto di fiducia con la propria clientela. Questa è una delle strategie più complesse perché bisogna scegliere bene la location, preparare una scaletta dell’intervento, predisporre con cura tutti gli eventuali strumenti elettronici che saranno utilizzati e pensare a tutti quegli accorgimenti tali da rendere gradevole il soggiorno della platea. In sostanza, in un evento dal vivo niente deve essere lasciato al caso.

Un altro stratagemma per incrementare la propria brand awareness è quella di creare una propria mascotte; riconosco che questa possa essere una pratica un po’ inusuale, ma questa è una strategia potentissima. Basti pensare, ad esempio, a Bibendum, la mascotte della Michelin, o Ronald, il clown della McDonald’s. Tenendo a mente questi esempi, ben si comprende quanto avere una mascotte che compaia sulle insegne, nelle brochure o nei gadget omaggio per i clienti, possa essere una cosa di fortissimo impatto. Infatti, l’associazione di un brand ad una mascotte aiuta moltissimo a migliorare la riconoscibilità e la notorietà dell’azienda nelle mente delle persone.

L’ultima strategia di cui tratterò in questo articolo riguarda un aspetto molto spesso sottovalutato: l’importanza delle Risorse Umane. Infatti, bisogna formare i propri collaboratori a rivolgersi all’utenza in modo proattivo ed empatico. Se non ci si interessa delle persone, ai loro desideri, ai loro problemi ed alle loro esigenze od aspirazioni, e le si vede solamente come dei semplici clienti, allora tutti gli sforzi che si possono fare per aumentare la propria brand awareness saranno stati vani, saranno stati solamente un dispendio inutile di tempo e risorse.

Esistono molte altre strategie per migliorare la notorietà del proprio brand, quelli trattati in questo articolo sono solamente alcuni tra quelli che ritengo essere i più performanti e di più facile realizzazione con i mezzi che il progresso ci ha messo oggi a disposizione. Bisogna però sempre tenere bene a mente che qualunque strategia si decida di utilizzare solamente la passione ed il duro lavoro costituiscono le basi per poterle al successo.

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...