Perché affidarsi ad un’agenzia immobiliare

Quando venditori e compratori decidono se vendere od acquistare un immobile, una delle prima questioni che si pongono riguarda se affidarsi o meno all’intervento di una società di intermediazione immobiliare. Tra gli utenti vi è ancora una certa percentuale che si chiede se effettivamente vi siano – e quali possano essere – i vantaggi che comporta rivolgersi a dei professionisti del settore immobiliare. Spesso ciò è dovuto al fatto che sono gli agenti immobiliari stessi a non fornire spiegazioni dettagliate su quali sono le attività che andrebbero a svolgere su quel dato immobile.

In questo articolo voglio esporre alcuni dettagli su quelli che sono i numerosi benefici che un proprietario o di un acquirente hanno quando decidono di affidarsi nelle capaci mani di un agente immobiliare professionista. Inizio questa dissertazione esponendo quello che è in sintesi il ruolo che ricopre un consulente immobiliare. In ultima analisi, al termine di tutte le attività che ricopre, un agente immobiliare funge da contatto tra venditori ed acquirenti.

Proprio per incrementare questa attività, molte agenzie immobiliari si sono organizzate aderendo a diverse piattaforme di condivisione in maniera tale da riuscire ad aumentare sia la visibilità che il bacino di utenza potenzialmente interessata all’immobile, accelerando anche di molto i tempi di vendita medi. Un venditore privato, non avrebbe certamente gli strumenti per potere accedere a questo vastissimo bacino di utenza. Infatti, se io decidessi di vendere casa mia senza affidarmi ad un’agenzia potrei semplicemente inserire un annuncio su internet sui principali portali (ai quali, comunque, tutte le agenzie sono già registrate) ed attendere che il potenziale acquirente si faccia vivo. Rivolgersi ad un’agenzia che aderisca ad una piattaforma di condivisione, invece, fa sì che l’immobile possa essere proposto a tutta la richiesta clienti delle agenzie aderenti (e si tratta di centinaia di potenziali acquirenti); numeri che un privato da solo non riuscirebbe ad avere in nessuna maniera.

L’intervento di un’agenzia, inoltre, altro non fa che rendere più trasparenti e lineari tutte le trattative, dato che tra privati non tutto scorre sempre liscio senza nessun inghippo. Il consulente immobiliare, infatti, conoscendo bene le esigenze di acquirente e venditore, oltre alla situazione in cui si trova l’immobile, può fare fronte a qualsiasi problema avendo la certezza di riuscire a soddisfare tutte le parti coinvolte, risolvendo con il suo intervento eventuali intoppi che si possono verificare (e chiunque abbia acquistato o venduto casa sa benissimo che gli intoppi in questo tipo di trattative accadono molto spesso). Un conto è superare gli ostacoli da soli, altra cosa invece è quella di potersi avvalere della consulenza di un professionista con anni di esperienza alle spalle.

Compratori e venditori, inoltre, basano le loro transazioni immobiliari solo su esperienze personali e, al meglio, su confronti con i prezzi delle case simili alle loro. Questo accade perché, a differenza di un consulente con anni di esperienza alle spalle, non hanno una profonda conoscenza del mercato immobiliare a livello locale. I privati, infatti, non agiscono in maniera imparziale per quanto concerne la definizione del prezzo di vendita/acquisto; in loro la componente emotiva è molto forte. Un consulente immobiliare, al contrario, riesce a dare una valutazione di mercato di un qualsiasi immobile assolutamente scevra da qualsivoglia componente emotiva. L’aspetto emotivo, infatti, molto spesso è un ostacolo per la buona riuscita di una trattativa, dato che i valori affettivi, per quanto possano essere di fondamentale importanza nella vita di ogni essere umano, non sono però quantificabili economicamente.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la rete di conoscenze che un consulente immobiliare possiede. Un privato, prima di iniziare una transazione, dovrà inevitabilmente pensare a contattare singolarmente tutti i professionisti che in queste situazioni sono chiamati in causa (notaio, tecnico urbanistico, avvocato, certificatore energetico e così via); un consulente, invece, quasi certamente ha già contatti stretti con tutte queste figure professionali che può mettere a completa disposizione del cliente.

Un ultimo aspetto che voglio considerare riguarda l‘advertising. Un venditore privato, infatti, difficilmente potrà fare di più rispetto al mettere l’annuncio riguardante il proprio immobile sui principali portali pubblicitari. Un consulente immobiliare esperto, invece, sa benissimo che oggi serve davvero a poco limitarsi a pubblicizzare sui portali un immobile, ma bisogna ingaggiare costantemente i potenziali acquirenti realizzando dei veri e propri piani di marketing ad hoc su ogni immobile.

In conclusione, rivolgersi a dei consulenti esperti regolarmente abilitati è qualcosa che costituisce sicuramente un valore aggiunto sia per un venditore che per un acquirente; in uno dei prossimi articoli tratterò come sapere se un consulente immobiliare è veramente esperto oppure no.

Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...